giovedì 19 aprile 2012

SEO per il blogger 3.0: il nick-gaming

Tra gli strumenti a disposizione dell'attività di SEO (Search Engine Optimization) esiste la Syndication, ovvero la diffusione virale dei contenuti della fonte primaria attraverso piattaforme di social network, oppure curando il social bookmarking.
Io vado oltre, sperimentando tecniche d’avanguardia di web promotion e social marketing, attraverso il nick-gaming. Davvero roba da blogger 3.0.

Sono vittima di una ricaduta. Si dice di quelle volte che uno si ammala, va dal medico, prende le medicine ma non guarisce del tutto. Poi prende freddo, magari chessò, gettato su una panchina un paio d’ore con il morale basso e coperto non a sufficienza col tempo brutto. Così torna la miseria addosso, piedi freddi, gola in fiamme, starnuti, raffreddore e torna la febbre. E sono punto e a capo.
Quel bastardo di uccellino l’ha fatto apposta a non cagarmi addosso. Perché se mi avesse centrato io mi sarei dovuto alzare per pulirmi e avrei capito che non c’era verso di sfuggire alla sfiga, nemmeno stando stesi in silenzio su una panchina senza far rumore. Mi sarei alzato e me ne sarei andato a casa.
Invece ha ragione Nessuno.

Cerco comunque di far fruttare il tempo anche col termometro sotto l’ascella a 37,2 (riprendendo una saggia osservazione di ciku, da 37,8 a 39,5 mi sento sano come un pesce, è fino a 37,7 che mi ammazza).
Anche da febbroso, ne approfitto per incrementare le strategie di ottimizzazione sui motori di ricerca. L’MMM ovvero il Miniclip Multiplayer Marketing è un tool che presenta indubbi vantaggi.
È a costo zero e permette di entrare in contatto con un bacino d’utenza di livello internazionale. Offre puntuali statistiche (che nemmeno Google Analytics è in grado di fornire) su come si sta performando. Inoltre se un giocatore, mettiamo delle Filippine o della Norvegia va su internet a cercare “Kisciotte” potrebbe sempre vedere restituito il dominio del blog tra i primi risultati organici. E questo ne farebbe sicuramente un lettore assiduo, una volta desideroso di tradurre i contenuti in filippino o norvegese.

C’è stato un momento nel quale sono stato pure Grand Master, livello successivo a Master. Sono però livelli nei quali mi sento a disagio, inevitabilmente tendo a perdere concentrazione e ricascare su livelli inferiori. Anche perché non mi sento a mio agio nel fregiarmi di un titolo che mi ricorda una delle mie massime aspirazioni che ho nella vita, ovvero diventare un cavaliere Jedi.
Fino a quando questa dannata bottiglietta d’acqua, nemmeno vuota e leggera, si rifiuta di balzarmi nel palmo della mano aperta mentre la fisso severo e concentrato, non merito di essere definito Master, tantomeno Grand Master.
Al momento sono Expert, e tanto mi basta.

Invece quando ho fissato questo momento topico, questa milestone nella mia miniclip 8 ball pool evolution, ero Professional.
Ma di una bravura davvero bestiale. E certificata!

K.

17 commenti:

  1. Bello!

    Grazie mille per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
  2. Non c'ho capito una cippa...ok ho capito in parte.
    Si ma poi? Dico non c'è il rischio di aumentare il proprio ego a dismisura? 100,1000,1000000 risultati vuoti....
    Esci dalla porta di casa o dall'ufficio e se non sei consapevole, felice ed appagato da quello che sei nella realtà, Master o Super Master cosa vuoi che contino?
    Logicamente non è una critica a te è solo una riflessione su quanto questo mondo virtuale incida sulle nostre vite, regalandoci il più delle volte vittorie effimere e false sicurezze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Occorre la giusta chiave di lettura.
      Non è un post sulla patologia sociale dell'alienazione digitale.
      È un post di beta-humour su nuovi strumenti di implementazione del SEO e del SEM (Search Engine Marketing) ;)

      Elimina
    2. o senti bello quello che è lo sai solo tu.... ci metti in difficoltà e poi ci accusi di non aver usato la chiave giusta. Io un buco l'ho trovato e c'ho infilato la mia chiave tu o gli altri come dice Speaker "fate come c**** vi pare ) :)
      Perfido! Ma si scrivono post del genere? ahahhahah

      Elimina
  3. io manco in parte... proprio zero. immagino siano i deliri del moritombo (cit.) e annuisco compassata.
    però aggiungo una cosa che ho deciso diverrà una costante ai miei commenti: togli i càccia. grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulla compassione annuente, vedi risposta a lillina.
      Sulla costante commentante, attenderò con trepidazione i tuoi commenti.
      Ma anche no, prego.

      Elimina
  4. È l'unico caso in cui il captcha maledetto è più comprensibile del post. E non voglio nemmeno che me lo spieghi, ti credo sulla fiducia.

    Rtrestus ntritze

    RispondiElimina
  5. Io ho capito tutto!!!
    Da qualche parte c'è qualcosa o qualcuno con una M in più di me.
    Riguardati Nobile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PS: io sono solo un guest, però vinco!!!

      Elimina
    2. Mannaggia a te!
      Iscriviti, ci metti un attimo.
      Così poi fai classifica! E magari ci si incontra al tavolo.
      Ciao

      Elimina
  6. Capito un tubo, però bello ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come?! :'(
      Non mi resta che sperare in Cerex e La Carta, gente informatica insomma. Oppure in un teologo...
      (così ti/vi ho dato un indizio...)
      ihihihih

      Elimina
  7. Ma sei guarito ?
    No chiedo solo perchè la volta scorsa mi hai accusato di non aver chiesto se eri vivo o morto...certe cose segnano ahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono vivo, sotto antibiotici.
      Ci metto sempre tanto a guarire, sono lento anche nei tempi di convalescenza.
      Brava, segnatelo.

      Elimina
    2. "anche nei tempi di convalescenza" come se sapessi in che altro....
      Per nostro dispiacere il musone ha battuto Guardiola, i miei figli son pericolosi

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.